Le due facce del Tempo

Quante volte ci siamo detti: "non ho tempo!", "è una corsa contro il tempo!", "il tempo non mi basta mai!", "ahhhh se la giornata avesse più ore!".

È necessario che iniziamo a guardare dentro a questa grande variabile che tiene in pugno la nostra vita e che chiamiamo: Tempo.

Esiste un tempo cronologico, oggettivo ed è quello che tutti conosciamo, scandito dallo scorrere delle lancette dell'orologio. È quello che utilizziamo ad esempio quando prendiamo o diamo un appuntamento.

Ma c'è poi un tempo psicologico.

Quel tempo che viene scandito e percepito da ognuno di noi in modo unico e diverso dagli altri.

Quello che non possiamo modificare è ovviamente il Tempo dettato dall'orologio, ma quello sul quale possiamo decidere di lavorare e imparare a gestire è il

Tempo soggettivo, personale.

La nostra mente ha l'abitudine di saltellare dal passato al futuro, va ovunque meno che stare nel Qui e Ora.

Nel passato facciamo bilanci, ci facciamo venire i rimorsi viviamo di rancori; nel futuro pianifichiamo in base a ciò che giudichiamo essere stati gli errori fatti nel passato.

Ma nel presente?

Ogni volta che scivoliamo in queste dinamiche perdiamo l'occasione di vivere il momento presente.

Senza renderci conto, il tempo psicologico piano piano prende il sopravvento permettendo l'insorgere e l'ingigantire di altri problemi come lo stress, l'ansia, la paura...non si è più presenti a se stessi ne agli altri.

Non trasformare il tuo Viaggio di Vita in una corsa ossessiva, in fuga dal passato e proiettata in un futuro che è solo nella tua mente. Impara a godere dell'attimo presente, cogline le sfumature, l'odore, i dettagli. Goditi il viaggio, sii consapevole di quando la tua mente inizia a scherzare col tempo e riportala nel Qui e Ora.

È solo questione di allenamento.

Buon viaggio Spiriti Cristallini 🕓



51 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti