Esperimenti di Energia


Era da un pò che mi girava in testa una delle mie idee che io amo chiamare "malsane" ma che poi in realtà alla fine si rivelano illuminanti. Ho lasciato passare un pò di tempo affinché la cosa sedimentasse e prendesse forma. Oggi chissà perché al termine di un trattamento Cristallino fatto ad un'amica con tanto di lettura dell'Albero Genealogico (a proposito avete mai provato a farne uno e farvelo interpretare? non potrete credere a quante cosine interessanti vi possa dire di voi e della vostra famiglia) ho deciso che era il momento giusto.

Gli ingredienti c'erano tutti: casa vuota e silenziosa, a parte la micia Carlotta e il ronzio di sottofondo del ventilatore. Ma qual'è questa idea vi starete chiedendo? Se siete anche minimamente esperti di Elementi, Energie, Cristalli e Geometria Sacra o se avete mai fatto rituali potrete capire la potenza di questa cosa.

Ho pensato: ma se creo griglie energetiche per questa o quella intenzione, perché non inserire direttamente l'individuo all'interno di uno campo energetico? Mi spiego meglio. Visualizzate ciò che state per leggere.

Preparate e purificate l'ambiente con del buon incenso, luci soffuse e un mantra di sottofondo. Create e aprite uno spazio sacro ovvero un cerchio, all'interno del quale possiate essere protetti (come quando procedete con i rituali), all'interno mettete un disegno di geometria sacra dove andrete ad appoggiare la testa, rivolta verso Nord.

Ai bordi del cerchio tutto intorno immaginate di mettere dei cristalli di quarzo ialino, debitamente purificati e caricati per il compito da svolgere, aggiungendo delle punte di quarzo agli angoli che puntano verso l'esterno e un quarzo fumè in cima sempre con la punta rivolta verso l'esterno per spazzar via e far pulizia.

Proseguite con la chiamata degli Elementi che andrete a posizionare nelle 4 direzioni. All'esterno posizionate un simbolo a voi caro che vi faccia da guardia e protezione (io ho scelto la mia Dea) vicino una candela bianca accesa.

Immaginate di estrarre una carta dei cristalli che vi sia di supporto durante il trattamento e posizionatela dentro al cerchio con voi.

Portate all'interno del cerchio le vostre Moqui balls da tenere nelle mani o qualunque altra pietra sentite che possa essere adatta allo scopo e un cristallo da appoggiare sul terzo occhio (io ho scelto la muscovite). Al termine dei preparativi cambiate la musica con un sottofondo che si preti per l'occasione, io ho inserito una sequenza che partiva con i tamburi sciamanici, per proseguire con il suono delle campane tibetane. Sigillate il cerchio e sdraiatevi in questo campo di Energia a occhi chiusi.

Vi assicuro che perderete la cognizione del tempo. Per quello che riguarda il mio trattamento, ho programmato il tutto affinché potessi fare una meditazione con un viaggio che mi portasse delle visualizzazioni insieme ad un equilibrio energetico potente.

Dopo non saprei dire quanto tempo ho disposto le Moqui balls una sul settimo e una sul primo Chakra badando a posizionare correttamente il maschile e il femminile, al fine di riallineare e riequilibrare il tutto facendo un auto trattamento Reiki.

Di seguito vedete la foto, che non rende giustizia alla potenza di questo trattamento, e la mia fidata assistente micia Carlotta che non so in quale momento si è posizionata all'interno del cerchio tra le mie gambe comodamente adagiata sulla carta dei cristalli che ho estratto (a proposito era la carta dell'oro).

Se volete provare non c'è che da chiedere

#griglie #cristalli #reiki #energiauniversale #purificazione #equilibrioenergetico #dea

89 visualizzazioni